Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca
QT n. 3, marzo 2020 Servizi

Sindaci e programmi

Un test politico, per i candidati sindaco a Trento e Rovereto e soprattutto per i nostri lettori, ma non solo: anche per vedere che cosa si dovrà fare nelle nostre principali città, .

Analogamente a quanto abbiamo fatto per le scorse elezioni provinciali, proviamo a introdurre anche per le prossime comunali quello che pensiamo debba essere il vero argomento: per cosa si vota? Per quali progetti, politiche, che dovrebbero segnare le nostre città nei prossimi cinque anni?

In questa iniziativa coinvolgiamo anzitutto i nostri lettori, ma attraverso il web, gli elettori, nel maggior numero possibile.

È un test (già sperimentato anche da Openpolis, osservatorio civico della politica italiana, vedi www.openpolis.it) che verifica quale candidato, in base ai programmi, è più vicino alle aspettative dell’elettore.

In sostanza si tratta di una serie di affermazioni programmatiche (14 per Trento, 10 per Rovereto) scelte tra le più caratterizzanti e divisive, sulle quali l’elettore dovrà esprimere il proprio livello di consenso. Ad esempio, prendiamo la settima domanda per Trento: “Il Comune di Trento deve favorire l’espressione della libertà di culto, se la Comunità Islamica ha i fondi per costruirsi una moschea, deve poterlo fare”. Il nostro elettore dovrà rispondere con il suo assenso o dissenso (in sei gradazioni, da “molto favorevole” fino a “molto contrario”) alla frase di cui sopra.

Contemporaneamente – o meglio, in una fase precedente – noi avremo sottoposto la stessa domanda ai candidati sindaco: si verificherà così la distanza dell’opinione del cittadino da quella dei diversi candidati. Tutto questo moltiplicato per il numero delle domande. Alla fine si avrà, rappresentata graficamente, la distanza dell’elettore da ogni candidato.

Ovviamente tutto questo avviene on line, e l’esito appare in tempo reale, dopo l’ultima risposta.

Si potrà accedere al test (realizzato attraverso un nostro specifico lavoro di elaborazione informatica) all’indirizzo comunali.questotrentino.it. La pagina sarà operativa con il 1° aprile (dobbiamo inserire le fondamentali opinioni dei candidati).

I vostri personali risultati li conoscerete in tempo reale; quelli invece aggregati, dell’insieme degli elettori che vorranno partecipare, li renderemo noti nel numero di giugno, a elezioni avvenute.

Forse potrà essere anche un modo non banale per commentare i risultati.

Quanto concordi con le seguenti affermazioni?

Comune di Trento

  1. La funivia Trento-Vason va realizzata comunque, anche solo con soldi pubblici.
  2. Il pubblico deve intervenire nel quartiere delle Albere, acquistando almeno parte degli alloggi invenduti.
  3. Il Centro Sociale Bruno è una realtà importante: il Comune deve farsi carico di trovargli una sede.
  4. Il Comune deve istituire una pattuglia che multi chi schiamazza dopo la mezzanotte.
  5. Va molto aumentata la presenza delle forze dell’ordine, come pure la loro determinazione nel reprimere lo spaccio.
  6. I locali del centro storico devono essere facilitati nell’allestire spettacoli e concerti in serata fino a ore ragionevoli
  7. Il Comune deve favorire l’espressione della libertà di culto: se la Comunità Islamica ha i fondi per costruirsi una moschea, deve poterlo fare.
  8. Il Comune deve dare priorità alla mobilità leggera: meno parcheggi vicino al centro, più corsie per biciclette e autobus
  9. Trento e Rovereto devono collaborare ma rimanere realtà urbane distinte: no a nuovi insediamenti nell’area di Calliano
  10. Se si dovranno fare delle scelte, il Festival dello Sport dovrà essere prioritario rispetto a quello dell’Economia..
  11. Per favorire la residenza di giovani coppie, si potranno aumentare gli indici di edificabilità in collina.
  12. L’interporto di Spini sarà una nefasta fonte di inquinamento: i Tir internazionali vanno messi su rotaia, ma partendo dalla pianura, non da una città alpina.
  13. Il Comune deve aumentare i servizi dedicati all’accoglienza ed al sostegno sociale.
  14. Sull’A22, che genera parte consistente dell’inquinamento in città, va posto un limite di velocità di 100 km\h

Comune di Rovereto

  1. Rovereto deve recuperare dignità: basta con la subalternità rispetto a Trento
  2. Trento e Rovereto devono collaborare ma rimanere realtà urbane distinte: no a nuovi insediamenti nell’area di Calliano
  3. La città deve puntare ai 50.000 abitanti
  4. Il Mart deve essere attrattivo in quanto luogo di elaborazione e divulgazione della cultura, non perché mero contenitore di opere, o peggio, palcoscenico di personalità eccentriche ed egocentriche
  5. La tangenziale ovest non serve: meglio interrare l’attuale SS 12
  6. La PiRuBi con uscita a Rovereto sud darebbe un forte impulso a industria e turismo, il paesaggio è secondario
  7. Gli altri Comuni della Vallagarina sono restii a riconoscere in Rovereto il centro di un sistema: lasciamoli nel loro brodo.
  8. Il Comune deve aumentare i servizi dedicati all’accoglienza e al sostegno sociale
  9. Business Innovation Center, Distretto Tecnologico, Progetto Manifattura sono risultate iniziative velleitarie. Occorre puntare di più sulla piccola impresa tradizionale
  10. Sono tanti gli edifici abbandonati e fatiscenti (fabbriche, ex scuole ecc): è velleitario recuperarli, vanno abbattuti.

Commenti (0)

Nessun commento.

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire altre verifiche e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.